m John Constable, il pittore delle nuvole - Sunny by Art

John Constable, il pittore delle nuvole

John Constable, il pittore delle nuvole

Il mio paese è là dove passano le nuvole più belle.
(Jules Renard)

Chi tra noi, almeno una volta, non ha osservato il cielo seguendo il disegno di una nube? Cercando nelle sue forme, nelle sue mutevolezze, nelle sue sfumature: un volto, una sembianza, un fiore?

Sorpresi, abbiamo detto a chi ci era accanto: “Lo vedi anche tu, vero, quell’albero, quella casa lassù, quel gatto che fugge?”.

Fin da bambini, abbiamo giocato cercando nelle nubi forme e somiglianze, mondi e personaggi, restando incantati dalle infinite sembianze che si rincorrevano nel cielo.

 

I CIELI DI JOHN CONSTABLE

Il tocco veloce e intenso di John Constable (1776-1837), uno dei maggiori pittori paesaggisti del Romanticismo, è capace di mirabili chiaroscuri, incontri di luci e ombre che ritraggono la sostanza dell’aria.

Eppure, in questa evanescenza si evince una geometria sottesa tra nembi, ciuffi, leggerissimi soffi che s’intersecano l’uno nell’altro e rendono evidente la materia del cielo.

È molto difficile indicare –afferma Constable- una categoria di paesaggio in cui il cielo non sia l’elemento chiave, la misura della bilancia e il principale organo del sentimento. 

Così, attraverso la sua opera noi percepiamo questo sentimento e ne siamo avvolti, questo sentimento romantico che aspira all’assoluto e lascia intravedere i nessi che tutto collegano.

L’uomo romantico -infatti- si sente parte della natura, che è manifestazione dell'infinito, principio del tutto, perfezione a cui tendere.

L'artista è capace di mediare tra finito e infinito, cogliere e rappresentare ciò che l'uomo comune  non vede: l'espressione del divino in terra, l'immanenza dell'assoluto nel mondo sensibile, la forza sovrannaturale della bellezza, il sublime.

In Constable, questa aspirazione prende forma di luce che attraversa le nubi e le rende accese.

 

IL SIMBOLISMO DELLE NUBI

La nuvola è un simbolo molto potente, legato al trascendente, alla manifestazione divina. Ma è anche legato all’acqua che si poggia sulla terra sotto forma di pioggia e rinfresca, addolcisce e feconda.

Le emozioni suscitate dall’opera di Constable variano, generando in noi quel sentimento del bello e del sublime di cui parlava Kant; tali emozioni, condotte dal simbolo, giungono a noi precise.

In quei cieli ci riflettiamo, di pioggia o di sereno, quelle nubi attraversiamo scorgendo i nostri pensieri.

Come in uno specchio leggiamo il nostro sentire. 

Perché l’artista ci rende visibile l’essenza, attraverso la rappresentazione di un oggetto è capace di ritrarne l’anima, suscitando nell’osservatore partecipazione, commozione, riconoscimento.

Se ti interessa approfondire il perché l'opera d’arte è un tessuto di simboli  che raccontano la storia delle cose ti consiglio di leggere questo articolo.

 

I POETI SONO IMBOTTIGLIATORI DI NUVOLE (1)

Una nube è un sogno, una rivelazione, un passaggio mutevole.

E così, ogni volta che osserviamo un’opera di Constable, ci sembra di intravedere qualcosa che non avevamo visto in precedenza, che ci era sfuggito.

La trasparenza di un raggio di luce, il potere simbolico di un colore, un tono di giallo che si fonde con un lembo di grigio.

Quel blu così puro, che proprio per il suo legame con il cielo, è associato al divino, alla trascendenza, allo spirito.

E vento che si mostra chiaro proveniente da terre lontane. E una luce dorata che somiglia a una lanterna.

Scriveva Kahlil Gibran "Se vuoi vedere le valli, sali in vetta ad una montagna; se vuoi vedere la vetta di una montagna, sali su una nuvola; se invece aspiri a comprendere la nuvola, chiudi gli occhi e pensa."

E allora proviamo a veder scorrere i nostri pensieri come nuvole nel cielo, noi non ne fermiamo nessuno, semplicemente: osserviamo ognuno di essi che appare e poi scompare nello spazio di una nube.

Come in un dipinto di Constable.


1) Dino Segre Pitigrilli (1893 – 1975).


Nell'immagine: John Constable - Cloud Study, 1822.


All rights reserved - © Copyright 2017-20

About Sunny

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *