m Mindfulness nell'Arte - Sunny by Art www.sunnybyart.com

Mindfulness nell’Arte

Mindfulness nell’Arte

Attraverso l’ osservazione di un opera d’arte noi possiamo entrare in risonanza con il soggetto e le emozioni rappresentate.

Tra noi e il dipinto si crea un vero e proprio dialogo empatico così come dimostra anche la scienza.

Leggi questo articolo, se desideri approfondire l'argomento.

L'opera presentata in questa pagina si intitola “Gather Ye Rosebuds While Ye May” ed è stato realizzato, nel 1909, dal pittore preraffaellita inglese John William Waterhouse.

É ispirato a un poema inglese composto da Robert Herrick nel diciassettesimo secolo dal titolo "To the Virgins, to Make Much of Time" ispirato al tema del “carpe diem”.

Come sai, la locuzione latina Carpe diem, contenuta nelle Odi di Orazio,  è traducibile in "cogli il giorno".

Carpe diem –quindi- è un invito a centrarsi nel presente, a godere dell’attimo, apprezzandolo e vivendolo.

Già: vivendolo. Pensaci, non è così scontato.

 

TU VIVI DAVVERO NEL PRESENTE?

O piuttosto mentre sei qui -e leggi queste righe- sei in uno stato di tensione perché preoccupato per una qualche incombenza da compiere? Situata -dunque- nel futuro?

O magari sei afflitto per qualcosa che è accaduto nel passato?

Pensaci. Sei davvero nel presente?

Essere “qui e ora” è molto importante perché la dimensione temporale nella quale ti collochi determina il tuo stato di benessere psicologico.

Infatti: se vivi nel passato sei incline alla depressione perché rimugini e rivivi continuamente sofferenze appartenenti a un tempo che non c’è più.

Se vivi nel futuro sei incline all’ansia perché anticipi eventi minacciosi riguardanti una dimensione temporale che ancora non esiste.

Senza contare che gli eventi temuti  potrebbero -per fortuna- non realizzarsi mai. Ma vivendo in uno stato d’animo negativo sei tu stesso a predisporti maggiormente a vedere realizzate le tue preoccupazioni attraverso le profezie che si auto avverano.

Ricorda: il presente è energia e vita, nel presente agisci, solo nel presente.

 

Ci sono solo due giorni all’anno in cui non puoi fare niente: uno si chiama ieri, l’altro si chiama domani, perciò oggi è il giorno giusto per amare, credere, fare e, principalmente, vivere.
(Dalai Lama)

LA CHIAVE DELLA FELICITÀ È NEL PRESENTE

Infatti, il termine presente si utilizza anche per indicare un dono.

Il qui e ora ci libera dal giogo in cui noi stessi ci siamo confinati. Ci vivifica.

Ti propongo un esercizio: tutto quello che devi fare è osservare l’immagine del dipinto di Waterhouse per qualche minuto. Se puoi: ingrandiscila.

Prenditi qualche minuto soltanto per te stesso, regalati una pausa.

  • Osserva le due figure in primo piano: la rosea delicatezza del profilo della giovane donna dai capelli scuri e il riflesso caldo tra i capelli della donna fulva.
  • Poi, osserva le loro braccia eleganti, soffermati sul movimento delle mani che sii avvicinano al fiore, per coglierlo.
  • Sposta lo sguardo sul braccio sinistro della donna in rosa e sul braccio destro della dona in blu: guarda con quanta grazia le mani sostengono i fiori già raccolti.

Respira il loro profumo, puoi farlo.

  • Guarda la luminosità dell’abito rosa dell’una e sposta lo sguardo, poi, sulle sfumature dell’abito blu dell’altra.
  • Sposta il tuo sguardo oltre le loro spalle e sentiti magicamente immerso nel verde  della filiera di alberi.
  • Se osservi bene: noterai altre due figure sulla destra, sono due giovani donne: una è intenta  a raccogliere fiori, l’altra sostiene la veste dove ha deposto quelli già raccolti. Dietro di loro: natura e cielo.
  • Guarda il cielo: concentrati su quell’incontro di rosa e azzurro e ammiralo. Se presti bene attenzione sentirai il respiro delle foglie e il canto degli uccelli.
  • Sposta di nuovo il tuo sguardo sulle mani delle fanciulle, fai un ampio respiro e tendi le tue mani e le tue braccia davanti a te, poi rilassale sul grembo.

Ripeti: tendi e rilassa le tue braccia e le tue mani.

Ripeti: ancora: tendi e rilassa.

  • Adesso: assumi una posizione comoda, con la schiena dritta ma non rigida.
  • Chiudi gli occhi e visualizza la scena che hai appena ammirato, sentiti parte di essa.

Sì, adesso, puoi farlo.

Ci sei anche tu: puoi avvertire l’erba vellutata sotto i tuoi piedi nudi.

Puoi sentire il profumo dell’erba e dei fiori.

  • Inspira lentamente e profondamente, trattieni il respiro per due o tre secondi ed espira profondamente tutta l’aria che hai inspirato.
  • Trattieniti qualche minuto in questo delizioso esercizio e sentirai dentro di te una nuova e piacevole sensazione di benessere.
  • Mentre inspiri pensa alla parola “serenità” e mentre espiri pensa alla parola “adesso”.
  • Quando ti senti pronto, apri gli occhi e ritorna alle tue attività con una nuova sensazione di serenità che ti accompagnerà.

All rights reserved - © Copyright 2017-20

 

 

About Sunny

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *